AMBIENTE E TERRITORIO

2018

l’anno d’avvio dell’iter per il nuovo PGT

Gli obiettivi: zero consumo di suolo, rigenerazione urbana e edificazioni con il massimo di efficienza energetica, in linea con il Piano strategico

5,2

km di piste ciclabili

 già realizzate quasi a costo zero per il Comune, per una dotazione totale cittadina di 40 km di piste ciclabili

2

euro il costo del biglietto della metropolitana per Rho

da giugno 2019 (costava 2,5 euro). In più il biglietto ferroviario consentirà anche l’uso dei mezzi pubblici a Milano

1.000

mq di tappeti anti-urto

sostituiti e rinnovati nei giochi dei parchi, utilizzando materiali ecocompatibili e con attenzione all’inclusività

PGT A CONSUMO DI SUOLO ZERO


Aggiornamento del PGT secondo le linee: zero consumo di suolo, rigenerazione urbana e edificazioni con il massimo di efficienza energetica.

Il nuovo PGT favorirà il riutilizzo delle aree dismesse e la riqualificazione degli edifici esistenti introducendo nuove forme di incentivi sia volumetrici sia in termini di riduzione degli oneri di urbanizzazione. La riqualificazione delle aree dismesse (EX CMR, EX MTM, Pantanedo, Citterio, Scalo Ferroviario ecc.) sarà attuata tramite Piani Integrati d’Intervento (PII) sollecitati e favoriti da masterplan d’iniziativa pubblica (così come già fatto per l’area Meda-Garibaldi) per chiarire da una parte gli obiettivi pubblici e dall’altra rendere certe le regole d’attuazione per il privato. Tutti i piani attutivi ad oggi approvati, saranno portati a termine. le procedure saranno semplificate anche tramite la rivisitazione del Regolamento Edilizio.

Avviato nel 2018 il procedimento per il PGT e la relativa VAS. Raccolti i contributi partecipativi (circa 40). In fase di definizione le procedure di incarico professionale, essendo stato individuato l’ufficio tecnico come redattore del PGT. Parallelamente è in corso la definizione delle linee guida in base alle quali verrà redatto il PGT, di cui si anticipano i quattro principali obiettivi:

  • Rinnovare la città utilizzando meglio ciò che già esiste
  • Ripensare il futuro di Rho, a partire dal Piano strategico
  • Imparare a costruire una città sostenibile
  • Progettare una città inclusiva e attenta agli altri

Nel 2018 è stata approvata la proroga del Documento di Piano del PGT.

Per quanto riguarda il regolamento edilizio è stato approvato il regolamento tipo a livello nazionale e regionale, i Comuni hanno ora tempo fino a Giugno 2019 per approvarlo. 12 i piani approvati dal 2015 ad oggi per complessivi 50 mila mq.

NUOVE REGOLE PER LE AREE INDUSTRIALI


Le nuove regole dovranno andare incontro alle esigenze – sempre maggiori e diversificate – di produzione di beni e servizi, introducendo forme di flessibilità anche in termini di funzioni consentite.

Sarà realizzato nell’ambito del PGT.

RIQUALIFICAZIONE DELL’AREA MEDA GARIBALDI


L’area costituisce da circa 40 anni una ferita nel centro della Città. L’area dovrà quindi essere riqualificata secondo le linee guida del Masterplan già approvato e, quindi, tramite la realizzazione di una grande piazza pubblica fronte via Meda con due piani di parcheggi pubblici interrati, consentendo lo sviluppo residenziale ed in minima parte commerciale sulla restante parte dell’area, nel rispetto delle sagome esistenti su via Garibaldi e garantendo un passaggio pubblico tra le due vie.

Avviate numerose interlocuzioni con le proprietà interessate al fine di arrivare a una progettualità condivisa e soddisfacente per l’interesse pubblico. Ad oggi non è stato ancora raggiunto un accordo sull’assetto volumetrico e sul relativo piano economico-finanziario.

RIQUALIFICAZIONE DELL’EX SCUOLA DI VIA DE AMICIS


L’edificio della ex scuola di via De Amicis, a causa dei gravi problemi strutturali, dovrà con ogni probabilità essere demolito per lasciare spazio ad un nuovo edificio con spazi in parte pubblici ed in parte gestiti da associazioni che svolgono attività di pubblico interesse.

L’edificio storico su via De Amicis sarà, invece, mantenuto e riqualificato destinandolo a biblioteca ed a un archivio della memoria locale di Rho. Con l’obiettivo di individuare la soluzione urbanistica e architettonica ottimale, anche in relazione alla riqualificazione di Piazza Visconti, è auspicabile il ricorso a un concorso di idee con il coinvolgimento di professionisti e/o ad un percorso partecipato con il coinvolgimento dei cittadini. Per favorire la sostenibilità economica dell’intervento, si valuterà il coinvolgimento di partner privati anche per la necessaria realizzazione di nuovi parcheggi pubblici interrati.

Non ancora avviato, in corso un progetto di fattibilità per la riqualificazione della biblioteca di Via De Amicis, dell’ex edificio scolastico e di Piazza Visconti.

AREE AGRICOLE PIÙ TUTELATE


Proseguirà il sostegno alle aree agricole non solo impedendone la trasformazione ma anche incentivando l’attività agricola, con particolare attenzione ai prodotti locali e biologici e promuovendo la filiera corta dal “produttore al consumatore”.

Attivata nel 2017 la “Banca della Terra lombarda” al fine di acquisire una manifestazione di interesse da parte di privati per l’assegnazione di aree incolte di proprietà di terzi e disponibili per l’acquisizione. L’iniziativa non ha, tuttavia, avuto particolare riscontro da parte dei privati.

Nel 2017 approvata e sottoscritta una convenzione base dal DAVO (Distretto Agricolo Valle Olona) per promuovere e sensibilizzare azioni in ambito paesaggistico e forestale, anche per promuovere la filiera corta.

PLIS DELL’OLONA E PARCO DEI FONTANILI PIÙ FRUIBILI


Completamento dei progetti nel PLIS dell’Olona e nel Parco dei Fontanili con particolare attenzione ai percorsi fruitivi. Gli spazi verdi di interesse naturalistico sono numerosi e in fase di riqualificazione che deve essere ultimata. È necessario coinvolgere e informare i cittadini sulla fruibilità degli spazi verdi. l’Amministrazione darà seguito alla convenzione con le associazioni del progetto Parco dei 5 Comuni, sui programmi di fruibilità e controllo del territorio.

Ultimati i progetti derivanti da opere di compensazione ambientali (forestazione urbana, creazione di una zona umida, riqualificazione di corsi d’acqua e realizzazione di un nuovo Punto Parco all’ingresso del Parco dei Fontanili) nell’ambito di EXPO eseguiti all’interno del PLIS Basso Olona e del Parco dei Fontanili.

Nel 2018 approvato il progetto e affidata l’esecuzione dei lavori a un sistema di percorsi ciclabili e fruitivi denominato “Tutte per una” in ambito del finanziamento POR 2014-2020, co-finanziato da Regione Lombardia per il 70% e dai Comuni di Rho, Pregnana, Cornaredo e Settimo per il restante 30%. Le piste ciclabili, anche all’interno del PLIS dell’Olona, sono attualmente in fase di realizzazione. Il 50% è già stato realizzato e sarà concluso entro il 2019.

ADESIONE AL PARCO DEL LURA


Verificare l’adesione al Parco del Lura valutandone i benefici in relazione ai costi da sostenere. Ciò avrebbe il vantaggio di rendere coerente dal punto di vista naturalistico e ambientale gli interventi nelle aree verdi nella parte Nord di Rho.

Non avviato, in quanto non sostenibile dal punto di vista economico.

MESSA IN SICUREZZA DEL BOZZENTE


Realizzazione degli interventi idraulici per la messa in sicurezza del Bozzente nella zona di Biringhello tramite la realizzazione del progetto che AIPO (agenzia interregionale per il fiume Po) ha messo a punto in combinazione con gli interventi (vasche di laminazione) nel Comune di Nerviano. Questo con il ricorso non solo a risorse comunali, ma soprattutto a finanziamenti esterni.

Il Ministero degli Interni ha confermato contributo a Regione Lombardia che coinvolgerà AIPO per il finanziamento delle prossime fasi progettuali.

CONTENIMENTO DELL’INNALZAMENTO DELLA FALDA


Realizzazione del primo, ma replicabile, progetto pilota ideato per il nuovo Cinema-teatro che raccolga le acque meteoriche e di falda/geotermiche in un collettore separato dalla fognatura che porti l’acqua emunta dalla falda al fontanile Briocco, con conseguente riutilizzo per l’irrigazione. Questi progetti hanno il doppio vantaggio di contenere l’innalzamento della falda e alimentare il geotermico recuperando contestualmente l’acqua ai fini irrigui secondo il concetto dell’economia circolare.

In fase di elaborazione il Protocollo d’intesa per realizzare l’obiettivo, che coinvolge Regione Lombardia (Contratti di fiume), Cap Holding, DAVO e Comune.

BONIFICA DELLA CAVA DI TERRAZZANO


in conformità con lo studio di fattibilità attualmente in corso con l’uso di risorse da reperire tramite bandi regionali o europei.

Si è concluso lo studio di fattibilità che è stato depositato e consegnato agli Enti preposti. Proseguono congiuntamente le azioni per raccogliere finanziamenti per realizzare l’opera che complessivamente vale circa 20 milioni di euro.

CONTINUAZIONE DEI PROGETTI "AMICI DEI PARCHI"


per un coinvolgimento di singoli ed associazioni nella cura delle aree verdi.

Prosegue il progetto, grazie alla convenzione rinnovata annualmente, per la vigilanza e il controllo su alcuni Parchi da parte di alcuni anziani. L’obiettivo è quello di estendere la convenzione anche al nuovo Parco Europa.

UN ORTO CONDIVISO PER CIASCUN QUARTIERE


Accanto agli orti condivisi in varie forme già attuati o in via di ultimazione (Via Pontida/ Terrazzano/ Parco dei Fontanili) si intende sviluppare nuovi insediamenti anche attivando una partecipazione preliminare dei cittadini già in fase di individuazione delle aree, con l’obiettivo di dotare ciascun quartiere di un orto condiviso. Inoltre, dovrà essere migliorata anche la gestione degli orti urbani e infine sarà predisposto un progetto per il riutilizzo dell’area confiscata alla criminalità organizzata via San Bernardo che proponga un progetto innovativo di orti capace di sviluppare al meglio la partecipazione territoriale e l’ottimizzazione delle risorse.

Il progetto orti condivisi per ciascun quartiere non è ancora avviato. Il progetto sull’area di via San Bernardo è stato modificato sulla base di quanto proposto all’interno del Bilancio Partecipativo 2018 dal Liceo Majorana per la realizzazione di un Parco della legalità, un’area verde aperta al pubblico con percorsi fruitivi dove svolgere attività di vario genere all’interno dell’area confiscata alla criminalità organizzata. Il parco è stato inserito nel Piano delle opere 2019 ed è stata sottoscritta la convenzione operativa che coinvolge il Comune e il Liceo Majorana con l’Associazione Circola.

AFFIDAMENTO DEL CHIOSCO DEL PARCO EUROPA


Assegnare con un bando che preveda un progetto di animazione la gestione del piccolo chiosco del nuovo Parco che tenga conto anche delle esigenze serali dei giovani.

Assegnata nel 2017 la gestione del chiosco, molto frequentato da famiglie e giovani.

NUOVO PIANO DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DEL VERDE


Sviluppare un piano di manutenzione straordinaria del verde e creare una voce di bilancio specifica e collegata per reperire le risorse necessarie per una corretta manutenzione e fruizione delle aree verdi e dei parchi implementando l’offerta di giochi per i bambini, aree cani e arredo.

Appaltato un nuovo servizio di manutenzione del verde pluriennale, strutturato secondo nuove modalità organizzative e gestionali, con le quali sarà possibile garantire un miglior risultato della manutenzione del verde. 1,8 milioni di euro le risorse per la manutenzione ordinaria e straordinaria del verde nel triennio 2016-2018.

Realizzata una nuova area cani in via Bersaglio e installati a cura di ASER una ventina di cestini/raccoglitori per le deiezioni canine

Guarda la cartolina ASER “Se la lasci non vale” in formato PDF

Piano speciale dei giochi: quasi 400 mila euro sono stati investiti nella manutenzione straordinarie e nella installazione di nuove attrezzature ludiche, alcune inclusive, all’interno di diversi parchi cittadini. Quasi 1.000 mq di tappeti anti-urto sostituiti con adozione di soluzioni più durature ed efficaci. In più, è stata appaltata la realizzazione (in esecuzione da febbraio 2019) di un’area ludica inclusiva all’interno del nuovo Parco Europa.

PISTE CICLABILI 


Potenziamento della mobilità dolce, continuando nello sviluppo della rete di piste ciclabili con percorsi già individuati:

  1. lungo la via Ghisolfa per mettere in relazione il Parco dei Fontanili e con il tratto ciclabile che porta a Pero.
  2. collegamento ciclabile che dalla rotonda di Lucernate porta alla stazione di Rho lato Sud per creare un collegamento con le reti ciclabili di Cornaredo e Pregnana che si attestano alla rotonda di Lucernate e con il percorso ciclabile di via Mattei verso Pregnana.
  3. collegamento ciclabile tra Passirana e Terrazzano incrociando altri percorsi ciclabili presenti nelle due frazioni.
  4. realizzazione delle connessioni mancanti tra le diverse piste ciclabili esistenti

Il punto a non è ancora stato avviato, in quanto non sono stati reperiti i finanziamenti.

Il punto b rientra nel bando POR 2014-2020 “Tutte per una” in corso di realizzazione. I lavori saranno presto avviati su questo tratto, nell’ambito di un

appalto più ampio e integrato – su più Comuni – già in corso di esecuzione dall’estate 2018.

Per quanto riguarda il punto c, è stato sottoscritto nel 2018 un protocollo d’intesa tra i Comuni di Rho, Arese, Lainate e Garbagnate per il finanziamento di diversi interventi di compensazione ambientale tra cui la pista Passirana Terrazzano. Ottenuto il finanziamento per un importo di 650 mila euro e dall’estate 2019 sarà avviato l’iter per la realizzazione dell’opera.

In riferimento al punto d, all’interno del Bilancio partecipativo 2018 è stato proposto un progetto per la realizzazione di una “Bicipolitana” che avrà l’obiettivo di unire gli estremi est-ovest della Città (da Viridea ad EXPO), realizzando i tratti mancanti di pista ciclabile. Avviata la fase progettuale, i percorsi proposti sono stati affinati in collaborazione con gli esperti FIAB.

CARTELLONISTICA SU RETE CICLABILE


La rete ciclabile dovrà dotarsi di cartellonistica e indicazioni stradali adeguate.

L’obiettivo è quello di creare un sistema di cartellonistica comunicativa direzionale su tutta la rete ciclabile e i percorsi fruitivi realizzati. Da realizzare nella seconda metà del mandato.

PROMUOVERE L’USO DELLA BICICLETTA


L’uso della bicicletta dovrà essere promosso con iniziative a vario livello che dovranno vedere un approccio più sistematico e condiviso con le diverse associazioni presenti sul territorio. In questo contesto dovrà proseguire il rapporto di collaborazione con le scuole e le associazioni del territorio che promuovono l’uso della bicicletta e dovrà essere rilanciato l’Ufficio Biciclette della stazione di Rho.

La Cooperativa che gestisce la ciclostazione di Rho fornisce un servizio di manutenzione delle biciclette e di promozione dei percorsi ciclabili esistenti sul territorio tramite pagina web e Facebook. Prosegue l’attività della FIAB presso l’Ufficio Biciclette. Nel 2017 è stata riaffidata la gestione della ciclostazione di Rho centro ad una nuova Cooperativa che, oltre alla custodia delle biciclette, offre servizi integrativi quali riparazioni, manutenzione programmata e noleggio e promuove la ciclabilità, garantendo l’impiego anche di persone svantaggiate. Anche la dotazione di porta biciclette sul territorio è stata potenziata. Infine, il Comune di Rho ha sottoscritto tramite Città Metropolitana un Protocollo d’intesa per l’attivazione sul territorio del rhodense del servizio di bike sharing, che non ha tuttavia avuto seguito.

SPERIMENTAZIONE DEL BUS A CHIAMATA


Si effettuerà lo studio di un nuovo appalto che dovrà tendere a una razionalizzazione del servizio, sperimentando soluzioni di bus a chiamata, di linee con percorsi diversi a seconda degli orari di punta o di morbida, ma soprattutto sviluppando un’informazione capillare che consenta al cittadino rhodense di prendere in considerazione il mezzo pubblico tra le possibili opzioni di mobilità.

Nel 2018 è stata promossa un’attività di sinergia tra operatori economici locali per favorire l’utilizzo di collegamenti a chiamata in particolare verso la stazione per i lavoratori, coinvolgendo anche il gestore della ciclostazione per i servizi di navettamento.

PROMUOVERE L’USO DEI MEZZI PUBBLICI


Valutare ulteriori soluzioni di incentivazione anche economica per un uso più diffuso del mezzo pubblico in particolare durante le ore di morbida per rendere produttiva in ogni ora della giornata la circolazione del mezzo pubblico.

Studiato un progetto di razionalizzazione delle linee di trasporto in particolare per i percorsi extra urbani. A livello urbano sono state confermate le principali linee che saranno integrate a fine 2019, con il potenziamento sia dell’interconnessione tra ferro, gomma e metropolitana sia tra le diverse linee di TPL. Il Comune continua, inoltre, ad assicurare una tariffa calmierata per giovani e anziani.

INTEGRAZIONE TARIFFARIA CON MILANO


Rilanciare l’obiettivo condiviso anche dalla città metropolitana dell’integrazione tariffaria, da tempo sul tappeto delle relazioni fra Milano e l’hinterland.

L’integrazione tariffaria è strettamente connessa con la revisione del Piano tariffario del trasporto pubblico studiato nel 2018 dall’Agenzia regionale del trasporto pubblico, revisione che anticipa il bando per l’assegnazione della gestione del sistema di trasporto pubblico di bacino. L’Agenzia ha proposto a Regione un‘ipotesi di integrazione denominata STIBM in sostituzione del vigente sistema SITAM.  Da giugno 2019 il biglietto della metropolitana per Rho Fiera costerà 2 euro invece di 2,50 euro. In più, il biglietto ferroviario da Rho consentirà l’uso anche della metropolitana di Milano.

COLLEGAMENTI FERROVIARI CON MILANO CENTRALE


Il trasporto ferroviario è stato incrementato con il nuovo collegamento S11 Rho-Chiasso potenzialmente molto interessante, ma ha di nuovo perso, a favore di Rho-Fiera i collegamenti con la stazione Centrale. Su questo tema si sconta un’indisponibilità di Regione a trattare un argomento relativamente semplice. È necessario fare sentire la propria voce per migliorare un servizio che ha delle potenzialità non comuni.

In previsione dell’attuazione del PII MIND e delle connesse “Ancore pubbliche” (Galeazzi, Human Technopole, Università), la società AREXPO e RFI hanno sviluppato uno studio di fattibilità per realizzare due nuove fermate ferroviarie a servizio delle linee S5 e S6 del passante ferroviario. La prima di queste, posta in asse con la passerella EXPO Merlata dovrà essere realizzata in concomitanza con l’avvio del primo anno accademico dell’Università di Milano previsto per il 2023. In parallelo, Regione Lombardia si è impegnata a implementare la frequenza dei treni.

RILANCIARE IL CAR SHARING ELETTRICO che nella provincia di Milano fatica ad affermarsi


La convenzione è stata attivata con due operatori, ad oggi ne è rimasto uno.

Viabilità

  • Realizzati attraversamenti pedonali su Corso Europa – 2 di cui uno finanziato da CAP Holding – e in via Gramsci, altri sono in programma. Sistemato in parte l’incrocio tra via Italia e via Meda in relazione agli interventi di arredo realizzati. 5,7 milioni di euro complessivamente spesi per la manutenzione di strade, marciapiedi e opere connesse tra 2016 e 2018
PRIMA
DOPO

Manutenzione cimiteri

Eseguito il monitoraggio degli sfondellamenti e messi in sicurezza i soffitti di tutti i cimiteri. Sistemato l’ascensore del cimitero capoluogo e predisposto il sistema di video sorveglianza. Conclusi i lavori di ampliamento dei colombari nei cimiteri di Lucernate e Terrazzano e in avvio la realizzazione della nuova ala del cimitero capoluogo.

PRIMA
DOPO

Arredo urbano e bellezza della città

Nell’ambito del progetto “Il colore entra in Città”, secondo la strategia di caratterizzare le Città con un colore, realizzata con il finanziamento di OPcafè la riverniciatura dell’Auditorium di Via Meda con i colori iconici del teatro e le facciate esterne dei nuovi alloggi SAP (Servizi Abitativi Pubblici)

PRIMA
DOPO

Posizionati, come primo intervento, dei Tavoli con panca in alcuni punti strategici della città per creare luoghi di aggregazione negli spazi pubblici, anche a partire da un’unanime richiesta del Consiglio Comunale sulla necessità di bellezza e arredo urbano.

Posizionate nel cortile di Villa Burba e nel Parco Europa le due sculture realizzate in materiale di riciclo donate alla città

Realizzati, in collaborazione con l’Ufficio tecnico, 3 prototipi di panchine intelligenti con corrente e ricarica USB per telefoni cellulari, una delle quali anche dotata di wifi (in prospettiva anche le altre saranno dotate di wifi). L’obiettivo è realizzarne circa 20 che, nell’ambito di smart city e seguendo il file rouge della street art, diventeranno nuovi luoghi di aggregazione in città (uffici en plein air).