Avviato il processo per trasformare Expo 2015 in un Parco della scienza, del sapere e dell’innovazione.

 

Il sito di Expo 2015 costituisce, ad oggi, un centro con un enorme potenziale inutilizzato. L’obiettivo del progetto MIND è quello di rigenerare l’area e di creare un Parco della Scienza, del Sapere e dell’Innovazione, dando nuova forza a quell’onda di trasformazione che è iniziata durante Expo.

MIND diverrà un nuovo quartiere tra Rho e Milano: una vera e propria città nella città che guarda al futuro con una visione innovativa e di lungo periodo, che coniuga l’aspetto scientifico, accademico e ambientale, diventando area strategica per l’intero Paese.

La nascita di un polo internazionale specializzato nelle scienze informatiche e della vita, porterà alla formazione di un nuovo quartiere e di una nuova comunità con medici, universitari, ricercatori, studenti, personale amministrativo, utenti e abitanti: un ecosistema unico per attivare sinergie tra educazione, ricerca e innovazione.

Il sito è già contraddistinto da un elevato livello di accessibilità all’interno del contesto regionale e metropolitano ed assume una posizione strategica data la connessione con Milano, che rappresenta il nodo centrale del sistema di Alta Velocità e dei trasporti aerei del Nord Italia.

Questi i principali progetti che saranno sviluppati nei prossimi anni:

  • Fondazione Triulza, è la rete delle principali organizzazioni italiane del Terzo Settore e dell’Economica Civile operativa in Cascina Triulza per caratterizzare dal punto di vista dell’innovazione sociale il nuovo Parco della Scienza, del Sapere e dell’Innovazione.
  • La Fondazione Human Technopole, pioniere del futuro Parco della Scienza e primo insediamento di MIND. Il progetto inizia il 25 novembre 2015, con il decreto governativo che stabilisce la destinazione di una parte dell’area alla creazione di Human Technopole, un’infrastruttura nazionale di ricerca interdisciplinare focalizzata sulle Scienze della Vita, che sarà completata entro il 2019 e sarà completamente operativa dal 2023.
  • La nuova struttura ospedaliera polispecialistica che riunirà in un’unica struttura l’eccellenza in campo ortopedico dell’IRCCS Galeazzi e l’esperienza maturata in ambito cardio-toraco-vascolare e bariatrico dell’Istituto Clinico Sant’Ambrogio. L’accreditamento regionale e l’entrata in esercizio dell’IRCCS sono previsti entro la seconda metà del 2021.
  • Il nuovo campus scientifico dell’Università Statale, che ha colto l’opportunità offerta dal progetto di riqualificazione dell’area per rispondere all’esigenza di rinnovamento infrastrutturale e di rilancio dei dipartimenti scientifici ospitati a Città Studi. Una struttura che dovrebbe accogliere poco più di 18.000 studenti, di cui quasi 700 stranieri a partire dall’anno accademico 2023-2024.

Per quanto riguarda l’attività del Comune di Rho, attualmente è in fase di istruttoria tecnica il progetto del Programma Integrato di Intervento (PII) intercomunale, interessante i Comuni di Milano e Rho, sviluppato dal partner privato (società LendLease srl) individuato da società Arexpo spa a seguito di bando pubblico internazionale per lo sviluppo della parte privata dell’area Mind.


I numeri chiave


1.500

i metri di lunghezza del Decumano, che si trasforma in uno dei parchi lineari più lunghi d’Europa. Verrà, inoltre, creato un quartiere driverless e a mobilità leggera che offrirà innovazione alla portata di tutti

3

le funzioni pubbliche di MIND: Human Technopole, l’IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi e il nuovo campus scientifico dell’Università Statale di Milano

oltre 127.000

i pazienti dell’IRCCS Galeazzi nel 2016, il 30% da fuori regione. I posti letto sono 364 e i medici specialisti 325

400

le postazioni per la ricerca attivate entro il 2020 – saranno 1.500 a regime – nel nuovo Human Technopole, il nuovo Istituto di ricerca italiano sulle scienze della vita

18.000

gli studenti che saranno accolti nel nuovo campus dell’Università Statale, di cui quasi 700 stranieri. A questi, si aggiungono circa 1.800 ricercatori e poco meno di 500 tra tecnici e amministrative